Progetto SUPERBAROCCO – I Protagonisti. Capolavori a Genova 1600 – 1750

Ansaldo Pallavicino e Grechetto. Le origini di una collezione

Da giovedì 7 aprile a domenica 10 luglio 2022, le Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola ospitano, come approfondimento del progetto SUPERBAROCCO e come sezione della rassegna cittadina I PROTAGONISTI. Capolavori a Genova tra 1600 e 1750, uno specifico focus dedicato al rapporto tra Ansaldo Pallavicino e il celebre pittore Giovanni Benedetto Castiglione, il Grechetto. Il percorso si connette con la mostra romana Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco delle Scuderie del Quirinale e quella genovese a Palazzo Ducale  La Forma della Meraviglia. Capolavori a Genova 1600 – 1750 (27 marzo – 10 luglio 2022).

Giovedì 7 aprile, alle ore 17.30Gianluca Zanelli – Direttore delle Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola – condurrà una speciale visita guidata per sancire l’apertura di questo importante nuovo allestimento, che darà ulteriore pregio alle collezioni della dimora patrizia e alle vicende di uno dei suoi più importanti proprietari. INGRESSO GRATUITO

Per partecipare è necessario prenotarsi telefonando al numero 010.2705300 e indossare la mascherina Ffp2.

L’approfondimento, compreso nel percorso espositivo, sarà visitabile fino al 10 luglio 2022 con il biglietto del museo (dal 1° aprile 2022 biglietto unico con il Museo di Palazzo Reale a 10,00 €).

Se in possesso del biglietto della mostra La forma della meraviglia di Palazzo Ducale o di un biglietto di una delle altre sedi della rassegna I PROTAGONISTI (Musei di Strada Nuova, Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Museo Diocesano, Palazzo Lomellino di Strada Nuova), l’ingresso alle sole Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola sarà a 5,00 €.

A Palazzo Spinola si racconta del nobile e ricco collezionista Ansaldo Pallavicino, intento, alla metà del Seicento, ad arredare quello che oggi è un museo nazionale e che allora era da poco diventata la sua residenza. Vi trasferì la ricca quadreria raccolta dal padre Agostino Pallavicino, doge della Repubblica, che includeva alcuni ritratti di Van Dyck, tele di Domenico Fiasella e preziosi argenti da parata, opere in parte ancora conservati. Tra i pittori favoriti di Ansaldo vi era sicuramente Giovanni Benedetto Castiglione, detto il Grechetto. Sui libri di conto di Ansaldo sono infatti registrati diversi pagamenti all’artista. A Palazzo Spinola si conservano il Viaggio di Abramo, la grande tela che domina il salone del secondo piano nobile, la Circe ed anche due piccoli Paesaggi, acquistati da Ansaldo per decorare il suo studiolo, realizzato tamponando l’antico loggiato che caratterizzava la facciata del palazzo quando fu costruito a fine Cinquecento.

Incontro di Abramo e Melchisedec
Giovanni Benedetto Castiglione, il Grechetto, Viaggio di Abramo: la benedizione di Melchisedec